Home Economia Rincari energetici e imprese: se ne parla alla Camera di commercio di...

Rincari energetici e imprese: se ne parla alla Camera di commercio di Modena


Ora in onda:
________________


Rincari energetici e imprese: se ne parla alla Camera di commercio di Modena‘Energia & impresa: come risparmiare sulla bolletta?’ è l’evento organizzato giovedì 1° dicembre alle ore 18 dal Comitato per l’imprenditoria giovanile di Modena in collaborazione con la Camera di commercio. L’appuntamento, aperto al pubblico presso la Sala Panini della sede camerale di via Ganaceto 134, affronterà uno dei temi più caldi di questo periodo: i rincari della componente energetica cui sono sottoposte le aziende, che soffrono costi di gestione molto più elevati.

Dopo i saluti iniziali di Giuseppe Molinari, presidente della Camera di commercio di Modena, e Raffaele Vosino, presidente del Comitato per l’imprenditoria giovanile della Camera di commercio di Modena, in programma quattro interventi. Gianni Pietro Girotto, senatore, già presidente della Commissione industria, commercio, turismo, parlerà del quadro normativo in materia energetica; Vincenzo Colla, assessore allo sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione della Regione Emilia-Romagna, tratterà il tema delle comunità energetiche; uno sguardo a città sempre più green verrà dato da Alessandra Filippi, assessora all’ambiente del Comune di Modena; ‘Il futuro è adesso’ è il titolo dell’ultimo intervento a cura di Pier Gabriele Andreoli, direttore di Aess.

Il Comitato per l’imprenditoria giovanile della Camera di Commercio di Modena è composto da Confagricoltura, CNA, Cia, Coldiretti, Ascom Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Confindustria, Lapam Confartigianato e Legacoop Estense.

Le parole del presidente del comitato Raffaele Vosino alla vigilia dell’evento: «L’iniziativa è particolarmente significativa in questo momento storico in cui le aziende faticano a sopravvivere a rincari energetici sempre più difficili da sostenere. Bisogna dare loro gli strumenti che gli consentano di far fronte a quest’emergenza, riuscendo a superarla e tornando a vivere più serenamente il lavoro di tutti i giorni».