Home Motociclismo MotoGp: Valentino trionfa ad Assen. Impresa Lorenzo

MotoGp: Valentino trionfa ad Assen. Impresa Lorenzo

Valentino Rossi trionfa a Assen e, dopo quasi 3 anni, torna al successo nella MotoGp. Il pilota della  Yamaha domina sul tracciato olandese centrando il 1060 successo della  carriera e interrompendo un digiuno di 993 giorni: il ‘Dottore’ non  saliva sul gradino piu’ alto del podio dal Gp di Malesia del 10  ottobre 2010.

Rossi precede la Honda dello spagnolo Marc Marquez e la Yamaha  Tech 3 del britannico Cal Crutchlow, scattato dalla pole position. La  giornata trionfale delle Yamaha ufficiali e’ completata dal quinto  posto di Jorge Lorenzo: il campione del mondo, in gara nonostante la  frattura alla clavicola sinistra rimediata venerdi’, chiude alle  spalle della Honda del connazionale Dani Pedrosa.

Rossi confeziona un capolavoro nel sabato  cominciato dalla quarta posizione sulla griglia. Il 34enne non stecca  al via e si incolla alla ruota posteriore di Pedrosa. La Yamaha ha il  passo per una gara da protagonista e il Dottore nel settimo giro mette la freccia portandosi al comando. Il duello si infiamma e un paio di  tornate piu’ tardi l’iberico si riprende la leadership solo per  qualche secondo.

Alle spalle della coppia di testa, Lorenzo si esibisce in una  prestazione miracolosa: scattato dalla 12a posizione, piomba  rapidamente al quarto posto alle spalle della Honda di Marquez. Dopo  11 dei 26 passaggi in programma, il quartetto di big e’ un trenino  raccolto in poco piu’ di 2 secondi. Il campione del mondo, ovviamente  condizionato dalla lesione, a meta’ gara comincia a perdere terreno e  dice addio alla quarta posizione, lasciando strada a Crutchlow.

Davanti, Pedrosa e Marquez provano a ridurre il gap rispetto a  Rossi. La Yamaha, pero’, a 10 giri dalla bandiera a scacchi tenta  l’allungo decisivo e approfitta della lotta serrata tra le Honda  ufficiali. Marquez si prende il secondo posto ma non ha il passo per  completare la rimonta. Alle sue spalle, Crutchlow soffia la terza  piazza a Pedrosa, che si consola consolidando il primato in classifica generale con 136. Lorenzo, eroico, e’ secondo a 127. Rossi, a quota  87, rimane quinto alle spalle di Marquez (113) e Crutchlow (87): da  oggi, pero’, comincia un altro Mondiale.