Home Bologna Datalogic, sempre in prima linea nella lotta al Coronavirus

Datalogic, sempre in prima linea nella lotta al Coronavirus

La multinazionale con sede a Bologna, leader mondiale nei mercati dell’acquisizione automatica dei dati e dell’automazione di fabbrica, ha aderito alla campagna vaccinale anti-COVID19 organizzata da Confindustria Emilia negli hub interaziendali della provincia di Bologna.

“Fin dall’inizio della pandemia abbiamo sentito il dovere etico e civico di contribuire concretamente alla dura battaglia contro il Coronavirus”, dichiara Valentina Volta, AD del Gruppo Datalogic. “La nostra principale preoccupazione, ovviamente, è stata e resterà sempre quella di salvaguardare i dipendenti e più in generale la nostra comunità. Inoltre, è di vitale importanza creare le condizioni idonee a ridare un forte slancio all’economia, anche su base locale. La sinergia tra imprese e collettività è la chiave di volta per vincere questa sfida”.

L’estensione della campagna vaccinale anti-COVID19 all’ambito aziendale costituisce un’operazione di sanità pubblica, promossa dal Governo e Confindustria. È un’iniziativa per accelerare il processo di immunizzazione a livello territoriale e accrescere il livello di sicurezza degli ambienti di lavoro e del personale, velocizzando così la ripartenza delle attività produttive e commerciali.

“Oltre ad avere posto in atto tutte le indicazioni di prevenzione internazionali, nazionali e locali, fin da subito abbiamo incoraggiato l’adozione dello smart working all’interno della nostra azienda. Questa scelta si è dimostrata determinante nell’ostacolare i contagi interni ed è anche un’opportunità per venire incontro alle esigenze di flessibilità dei dipendenti”, prosegue l’AD.

Ad aprile dello scorso anno Datalogic ha destinato una rilevante donazione di lettori di codici a barre e mobile computer al Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna e a diverse strutture ospedaliere lombarde e nel resto del Nord Italia, progettati per l’adempimento efficiente e sicuro delle attività sanitarie. I dispositivi Datalogic sviluppati per il settore medicale sono impiegati in tutto il mondo nel tracciamento delle vaccinazioni e in molte altre applicazioni in ambito sanitario.

“Nel nostro settore stanno arrivando segnali di ripresa. Datalogic ha chiuso il primo trimestre 2021 con un aumento dei ricavi del 13,6% rispetto a quelli relativi ai primi tre mesi dello scorso anno. Un altro passo fondamentale per consolidare questo trend molto positivo è proprio l’adesione alla campagna vaccinale gestita da Confindustria Emilia, realtà a cui siamo da sempre legati”.