Home Ceramica Grande successo per la Conferenza Stampa Internazionale di Coverings 2015, con la...

Grande successo per la Conferenza Stampa Internazionale di Coverings 2015, con la consegna del 22° Tile Competition

Coverings_2015Si è svolta oggi, ad Orlando, la tradizionale Conferenza Stampa Internazionale Ceramics of Italy, l’occasione per dialogare con la stampa internazionale sull’industria italiana delle piastrelle di ceramica e sulle iniziative promozionali sul mercato statunitense. Erano presenti il Presidente dell’Associazione Vittorio Borelli, il Presidente della Commissione Attività Promozionali e Fiere Emilio Mussini, il Vice-Direttore di ICE New York Laura Del Vecchio e il Direttore Generale dell’Associazione Armando Cafiero.

“Il consumo di piastrelle negli Stati Uniti d’America nel 2014 – dichiara il Presidente Vittorio Borelli nel suo intervento – si consolida a 230 milioni di metri quadrati, dopo il +12,9% nei volumi dell’anno precedente; in termini di valore, l’aver sfiorato i 3 miliardi di dollari assegna alla ceramica un ruolo centrale nel mercato dei pavimenti statunitense”.

“L’Italia – ha proseguito Borelli – con oltre il 35% della quota sulle importazioni, non solo conferma la propria leadership tra i paesi esteri, ma la consolida ulteriormente, grazie ad una crescita che è stata superiore a quella di tutti gli altri principali competitor, anche grazie ad un differenziale di prezzo medio che sottolinea, in modo chiaro ed inequivocabile, l’assoluto apprezzamento e valore delle produzioni made in Italy. Grande vivacità nell’industria delle costruzioni, dove anche il solo indicatore degli ‘housing starts’ è previsto nel 2015 tornare a crescere dopo un paio di anni di stasi.

“Abbiamo tutta via ancora alcuni ostacoli da superare – ha concluso il presidente Borelli – come l’importanza di armonizzare gli standard tecnici dei materiali ceramici, indispensabile per rendere più comprensibile al consumatore cosa sta acquistando, e la corretta applicazione del protocollo sui controlli fitosanitari nelle importazioni, dove l’obiettivo centrale deve essere quello di tutelare al massimo l’ecosistema statunitense fornendo nel contempo certezze a tutti gli esportatori di ceramica negli Stati Uniti”.

L’Illustrazione delle principali tappe della strategia promozionale dell’Associazione è stato il fulcro dell’intervento di Emilio Mussini.  “La superficie disponibile del padiglione Italiano a Coverings 2015 è andata ‘sold out’ già da diversi mesi a questa parte e la presenza di oltre 100 aziende ceramiche italiane – il record di sempre – conferma la centralità di questo strumento nell’azione delle nostre aziende su questo mercato”.

“La ceramica italiana – ha evidenziato Mussini – sarà protagonista all’Expo di Milano con due iniziative: la Triennale di Milano, nei primi 10 giorni di maggio, ospiterà la Mostra Laboratorio Ceramics of Italy, un evento interattivo dove la vibrazione di semi diversi comporrà immaginifici piatti e dove il legame cibo e ceramica trova nella terra in medesimo punto di partenza. Nel distretto della ceramica di Sassuolo, per i sei mesi dell’Expo, c’è Ceramicland, un viaggio alla scoperta delle fabbriche dove si producono le nostre ceramiche, del Museo della Ferrari, della Casa Natale di Luciano Pavarotti e delle altre eccellenze gastronomiche, naturalistiche e storiche.

“Infine vorrei ricordare il prossimo appuntamento di Cersaie – ha concluso Mussini – la rassegna fieristica dal 28/9 al 2/10 che registra – a cinque mesi dell’apertura dei cancelli – il quasi tutto esaurito nei suoi spazi espositivi disponibili. Un risultato importante, dove accanto a ceramica ed arredo bagno un peso crescente hanno gli altri materiali dedicati ai pavimenti quali legni, marmi e pietre naturali, che conferma la centralità di questa manifestazione livello mondiale”.

Emilio Mussini ha poi ricordato come l’azione promozionale a supporto del Ceramics of Italy si svolga in tutto il mondo, da Maison & Object di Parigi, a Revestir di San Paolo del Brasile, a Maison & Object Asia di Singapore, fino all’ICFF di New York, dove saranno presenti 22 aziende ceramiche italiane. Ad Orlando, Ceramics of Italy è sponsor dell’Installation Design Showcase di Coverings, un work in progress che illustra tecniche e soluzioni ottimali di posa.

Nel corso della conferenza ha avuto luogo la cerimonia di consegna dei Premi del 22° Design Competition, concorso nel quale Confindustria Ceramica ed ICE assegnano riconoscimenti a tre architetti o interior designers americani che abbiano contribuito a valorizzare l’immagine delle piastrelle italiane di ceramica attraverso un utilizzo creativo delle stesse.

Per la Categoria Commerciale il premio va allo Studio di architettura RSP ARCHITECTS (Minneapolis, MI) per la realizzazione del progetto Target Northern Campus (Brooklyn Park, MN) realizzato con piastrelle di Caesar, Casamood, Provenza e distribuite da Tile By Design + RBC Tile and Stone. E’ stata inoltre riconosciuta una menzione d’onore a Alexander Gorlin Architects (New York, NY) per il progetto Bell Works (Holmdel, NJ) realizzato con piastrelle di Imola Ceramica,  Mirage, distribuite da New Jersey Tile and Stone.

Per la Categoria Istituzionale risulta vincitore lo Studio di architettura Shinberg.Levinas Architects (Washington, DC) per la realizzazione del progetto Carlos Rosario International Culinary School (Washington, DC) realizzato con piastrelle di Lea Ceramiche, distribuite da Atlantic Link. Una menzione d’onore allo studio di architettura Gertler & Wente Architects, LLP (New York, NY) per il progetto ChristChurch Presbyterian (Atlanta, GA) realizzato con piastrelle di Marazzi, distribuite da Marazzi NY.

Per la Categoria Residenziale vince lo Studio di architettura DKOR Interiors (Miami, FL) per la realizzazione del progetto A Contemporary Moody Home (Aventura, FL) realizzato con piastrelle di ceramica di Atlas Concorde  distribuite da Atlas Concorde. Due menzioni d’onore, a Natalie Kraeim Interiors (Brooklyn, NY) per il progetto Brooklyn Kitchen (Brooklyn, Ny) realizzato con collezioni firmate Rex, distribuite da Florim Solution e a Tectonic Design (Monroe, MI) per il progetto Hanes Residence (Andersonville, TN) realizzato con piastrelle di Cotto d’Este e distribuite da Ciot.