Home Ceramica Maranello: Cisa Cerdisa, lo stabilimento sarà spostato

Maranello: Cisa Cerdisa, lo stabilimento sarà spostato

Accordo tra Comune e Gruppo Ricchetti per il trasferimento dall’attuale sede di Gorzano a Maranello Nord: l’area sarà ridotta di quasi due terzi ma la proprietà garantisce il mantenimento dei livelli occupazionali. Martedì 10 dicembre incontro con i residenti di Gorzano

Importante intervento di riqualificazione territoriale a Gorzano: nei prossimi giorni il Comune di Maranello e il Gruppo Ceramiche Ricchetti spa firmeranno un accordo per trasferire gli stabilimenti della Cisa Cerdisa dalla sede attuale, a Gorzano, in un’area produttiva nella zona Maranello Nord. L’intervento prevede la necessità di variare gli strumenti urbanistici attraverso la sottoscrizione di specifici accordi con la Provincia di Modena e necessita del voto favorevole del consiglio comunale. Per spiegare i contenuti dell’accordo l’amministrazione comunale incontrerà i residenti di Gorzano: l’incontro pubblico si svolgerà martedì 10 dicembre alle ore 21 nella sala civica presso la scuola di musica in Via Vandelli 487. Lo stabilimento della ceramica Cisa Cerdisa è nato a Gorzano negli anni ’60 e si è ampliato col tempo, fino a raggiungere un’estensione di circa 148.000 mq., di cui 70.000 occupati da capannoni. Attualmente non è sede di produzione ceramica ma viene utilizzato per stoccaggio di materiali e magazzino. L’accordo che Comune e proprietà intendono sottoscrivere prevede diversi punti: sarà ridotta di quasi due terzi l’edificabilità ad uso produttivo e gli stabilimenti saranno ricollocati a Maranello Nord, su una superficie di 53.000 mq., dove sarà realizzato un polo della logistica che migliorerà l’attuale situazione di criticità legata al transito dei veicoli pesanti sulla via Vandelli a Gorzano in entrata e uscita dalla ceramica. Nell’accordo il Gruppo Ceramiche Ricchetti si impegna anche, a fronte di una significativa riduzione del comparto produttivo, a mantenere inalterati i livelli occupazionali attuali. Inoltre, l’area di Gorzano sarà interamente bonificata dalla proprietà e 53.000 mq. – il corrispettivo della nuova superficie occupata a Maranello Nord – saranno ceduti al Comune di Maranello; l’area rimanente, pari a 95.000 mq., da produttiva diventerà residenziale con la previsione di realizzare 125 nuovi alloggi, oltre ai servizi necessari (strade, collegamenti, reti, illuminazione). “Si tratta di un rilevante intervento che riqualifica una zona, quella di Gorzano, a più elevata vocazione paesaggistica e residenziale, e che ricolloca uno stabilimento industriale in un’area più appropriata, a Maranello Nord, dove hanno già sede altri comparti produttivi, senza incidere sui livelli occupazionali e con un miglioramento generale delle condizioni della viabilità”, spiega il sindaco Lucia Bursi. “Particolare attenzione dovrà essere riservata alle fasi di necessaria bonifica dei luoghi con i tempi che saranno indicati dagli organi competenti. Le bonifiche saranno a carico del privato ora proprietario dell’area come previsto dalla legge, ma credo sia importante l’impegno della proprietà a sottoscrivere l’accordo con le istituzioni nel rispetto dei tempi previsti dall’Arpa e dall’Ausl”.