Home Ceramica La Giunta fioranese visita System Ceramics e System Logistics

La Giunta fioranese visita System Ceramics e System Logistics

La scorsa settimana il sindaco di Fiorano Modenese, Francesco Tosi, insieme all’intera Giunta comunale, si è recato in visita presso le due aziende targate System, storico e conosciutissimo marchio industriale del territorio. System nel tempo si è divisa appunto in due realtà distinte e separate: System Ceramics e System Logistics. La prima si occupa della costruzione di macchinari e impianti tecnologici per l’industria ceramica; la seconda invece di strumenti per la gestione della logistica (e dell’intralogistica) in ogni sua sfaccettatura, rivolti a qualsiasi tipo di impresa, con particolare attenzione al Food & Beverage e alla Grande Distribuzione.

Ad accogliere la Giunta è stato il fondatore e attuale presidente Franco Stefani, il quale ha guidato l’esplorazione delle due realtà spiegando le tappe che le hanno portate a essere leader mondiali nei rispettivi settori. Il viaggio partì agli albori degli anni ’70, e da allora System si è conquistata uno spazio preminente fino ad introdurre dei veri e propri standard, oggi riconosciuti da tutti. Oltre a chiarire i passaggi che hanno condotto a questi risultati, Stefani ha illustrato le sfide che ci attenderanno in futuro dal punto di vista sociale ed economico.

Azienda ed Ente comunale iniziarono nel 2016 a lavorare ad un accordo di programma che avrebbe condotto, tra l’altro, alla creazione di 400 nuovi posti di lavoro, attraverso precisi piani di innovazione e di ammodernamento, con una nuova sede per System Logistics. È stata questa alleanza tra settore privato e pubblica amministrazione, mediata dalle esigenze del territorio, a creare i presupposti per un futuro incentrato su lavoro e giovani. “Solo alzando la testa dal contingente – afferma l’assessore Carlo Santini – e dai piccoli problemi quotidiani, è possibile vedere scenari positivi per la nostra comunità, la nostra economia, le nostre scuole e per l’ambiente. Infatti occorre ricordare che queste attività hanno un impatto limitato in termini di emissione di CO2 e sono state progettate in una logica di economia circolare”.

“Ci troviamo davanti – afferma il Sindaco Tosi – ad autentici esempi di eccellenza mondiale, sia per l’alto livello tecnologico, unito ad una mai sospesa creatività, sia per la qualità del lavoro. È una soddisfazione vedere tanti giovani, periti e laureati, provenienti da diverse parti d’Italia impiegati nelle nostre aziende su concreti progetti di ricerca, innovazione e sviluppo. Quando alcuni anni fa parlavamo di questi propositi, alcuni rimanevano scettici. Ora parlano i fatti, e le aperture al futuro non sono ancora finite”.

I principali clienti di System sono per circa l’80% industrie estere, ed è attraverso l’alto grado di competitività che si sono stretti così solidi legami con il commercio in altri Paesi, a partire da Stati Uniti e Cina. Il tutto senza ovviamente trascurare i principi ecologici, via maestra per prospettare un futuro industriale sostenibile. “Coniugare il lavoro e la tecnologia con l’ambiente e lo sviluppo sostenibile – prosegue il Primo Cittadino – è la più alta sfida che ci siamo prefissati e che il Paese deve necessariamente vincere. Ciascuno faccia la sua parte. Da Fiorano provengono esempi virtuosi, e di questo siamo orgogliosi”.