Home Bassa reggiana Guastalla, mercato settimanale in zona arancione: nuova ordinanza sindacale

Guastalla, mercato settimanale in zona arancione: nuova ordinanza sindacale

Con il passaggio dell’Emilia Romagna in zona arancio decade l’Ordinanza n. 31 del 16 marzo scorso che limitava la vendita del solo settore alimentare/vivaisti all’interno del mercato ordinario, che a Guastalla si svolge ogni mercoledì e sabato su via Gonzaga, Largo dei Mille, via Passerini e Piazza della Repubblica. Torna, quindi, in vigore da oggi l’ordinanza sindacale n. 7 del 29 gennaio 2021, che varrà fino al 30 aprile 2021, data in cui decade lo stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, salvo ulteriori provvedimenti governativi o regionali.

 

Pertanto, il Comune di Guastalla conferma l’applicazione delle seguenti misure di sicurezza contro la diffusione del COVID-19:

a) posizionamento di transenne e nastri atti ad interdire accessi diversi da quelli consentiti e autorizzati;

b) regolamentazione degli accessi in entrata e in uscita per il controllo dell’affluenza in modo tale da consentire il distanziamento sociale di 1 metro;

c) ogni operatore dovrà provvedere alla pulizia e alla igienizzazione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita;

d) obbligo per gli operatori commerciali e per i clienti di utilizzo della mascherina;

e) obbligo per gli operatori commerciali di vendita di abbigliamento in autonomia (vendita non assistita), mettendo a disposizione della clientela guanti monouso;

f) uso dei guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto di alimenti e bevande;

g) per gli operatori l’uso dei guanti potrà essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani;

h) mantenimento del distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, anche durante le operazioni di carico e scarico;

i) ogni attività all’interno del mercato dovrà rendere disponibile alla clientela il liquido disinfettante per le mani, in particolare all’ingresso del banco e in prossimità dei sistemi di pagamento;

l) prevedere, anche da parte degli operatori, idonea cartellonistica con indicazioni atte a garantire il distanziamento dei clienti e il comportamento da tenere all’interno del mercato;

3) limitare l’operazione di spunta giornaliera ai posteggi della sola Piazza della Repubblica;

 

Rimane sospesa la vendita di capi di abbigliamento usati.

Nel caso in cui non siano rispettate le misure di sicurezza e di contenimento del Covid – 19 di cui sopra, potranno essere sospesi i singoli posteggi inadempienti o se necessario anche l’intero mercato.