Home Economia Bilancio del Comune di Modena: la manovra Covid ad oltre 15 milioni...

Bilancio del Comune di Modena: la manovra Covid ad oltre 15 milioni di euro

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Raggiunge la cifra di 15 milioni 423 mila 823 euro e 61 centesimi l’intervento di adeguamento del Bilancio del Comune di Modena con l’utilizzo dei contributi del Governo per le funzioni fondamentali a compensazione di minori entrate o maggiori spese dovute all’emergenza Covid. Il dato emerge al termine delle tre variazioni di bilancio approvate nei giorni scorsi dalla Giunta, con la procedura straordinaria prevista nella situazione d’emergenza, dopo che la nona era stata ratificata dal Consiglio comunale il 22 dicembre.

Con la dodicesima variazione, approvata nella seduta di giunta di martedì 29 dicembre su proposta dell’assessore al Bilancio Gianpietro Cavazza, si completa anche l’operazione che consentirà ulteriori agevolazioni Tari per un milione e 48 mila euro sulle utenze non domestiche in relazione alla prima rata del 2021, quella di luglio. L’agevolazione su ogni singola utenza sarà di circa il 33 per cento dell’importo previsto.
Nella terza rata del 2020, quella di dicembre, le utenze non domestiche individuate con la delibera Arera hanno già potuto contare su agevolazioni per un valore complessivo di un milione e 18 mila euro decise in estate, mentre con il bonus rifiuti nelle scorse settimane sono state finanziate anche agevolazioni per le utenze domestiche per quasi 300 mila euro che verranno scontate a conguaglio della Tari dovuta nel 2021.
Sempre in relazione al conguaglio, il Comune verificherà la possibilità di recuperare ulteriori risorse, oltre a 600 mila già accantonati, per evitare i possibili effetti negativi, cioè un aumento delle tariffe, sul Piano economico finanziario della Tari per il 2021-2023.
Degli oltre 15 milioni di euro di contributi per le funzioni fondamentali, il Comune ne ha utilizzati 10 milioni e 770 mila a compensazione di minori entrate (in particolare, da rette e tributi) e 4 milioni e 660 mila per maggiori spese nei diversi settori: dalla scuola al sociale, fino al sostegno alle attività economiche, alla cultura, all’associazionismo, allo sport.
Con le risorse assegnate dal Governo e recepite nell’ultima variazione è stato completato il contributo assegnato a Modena Parcheggi con 350 mila euro a parziale copertura delle minori entrate dai proventi della sosta, che erano state quantificate in un milione e 200 mila euro. A Modena Parcheggi era già stato assegnato un primo contributo di 123 mila euro con l’ultima variazione ratificata dal Consiglio.
Con l’undicesima variazione approvata in Giunta il 22 dicembre, inoltre, erano stati recepiti anche altri due ristori Covid: 11 mila euro per la sanificazione dei seggi elettorali e 287 mila euro per buoni viaggio attribuiti dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per i quali il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha già scritto alla ministra Paola De Micheli per chiedere che possano essere utilizzati fino a giugno a sostegno degli spostamenti con taxi o auto a noleggio di persone con disabilità o in stato di bisogno. La richiesta è stata inserita nel cosiddetto decreto Milleproroghe.