Home Economia Con la variazione approvata dal Consiglio comunale di Modena, ok ad oltre...

Con la variazione approvata dal Consiglio comunale di Modena, ok ad oltre 8 milioni di investimenti

Dall’edilizia scolastica all’impiantistica sportiva, dalle piste ciclabili alla manutenzione di strade e marciapiedi, fino alla segnaletica per la sicurezza stradale, al bosco urbano di Vaciglio, all’area verde di viale Gramsci. Sono gli ambiti di intervento degli oltre otto milioni di investimenti che il Comune di Modena potrà realizzare nei prossimi mesi grazie all’applicazione dell’avanzo in conto capitale previsto con la variazione approvata dal Consiglio comunale giovedì 31 maggio.

La delibera, illustrata dall’assessore al Bilancio Andrea Bosi, prevede anche l’applicazione dell’avanzo di parte corrente per oltre due milioni e 200 mila euro in gran parte vincolati a finanziare la cosiddetta vacanza contrattuale per i dipendenti comunali: con l’ok della Corte dei Conti al nuovo contratto di lavoro verranno pagati gli arretrati dovuti per il 2018 e gli anni pregressi.

La variazione è stata approvata con il voto della maggioranza (Pd e “Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista – Per me Modena”) e il voto contrario di Movimento 5 Stelle, Forza Italia e Idea Popolo e Libertà.

L’applicazione dell’avanzo di bilancio in conto capitale per otto milioni e 205 mila euro è stata possibile grazie agli spazi finanziari messi a disposizione nei mesi scorsi dallo Stato (patto nazionale verticale per quattro milioni e 617 mila euro) e dalla Regione (patto verticale e orizzontale per tre milioni e 392 mila euro). Per questi investimenti, per i quali nelle prossime settimane verranno approvati i progetti esecutivi, era stato ipotizzato in fase di programmazione il finanziamento mediante proventi da alienazioni.

Gli interventi principali riguardano la demolizione e la costruzione del primo stralcio della palestra delle scuole Carducci (tre milioni di euro), la manutenzione straordinaria del Palamolza (480 mila euro per il cofinanziamento in attesa di ottenere il contributo regionale), la riconversione del campo sportivo Cesana (250 mila euro), la realizzazione del tunnel di battute del campo da baseball (120 mila euro), la manutenzione straordinaria della residenza per anziani Glicine (128 mila euro), il finanziamento del progetto dei boschi urbani (per una cifra complessiva di 450 mila euro), interventi di riqualificazione energetica alle scuole Lanfranco (376 mila euro), lavori per l’adeguamento degli impianti di illuminazione e antincendio in diverse sedi scolastiche (200 mila euro), lo smaltimento di amianto dal Planetario e dall’ippodromo (250 mila euro), manutenzione straordinaria post-sisma alle scuole Pascoli (250 mila euro), il cofinanziamento per 125 mila euro della realizzazione dell’area verde di viale Gramsci (previsti altri 125 mila di contributi regionali), lavori di riqualificazione e manutenzione straordinaria della viabilità per un milione e 800 mila tra i quali anche gli interventi per realizzare alcune ciclabili come quella di via Montecuccoli-Monte Kosika in collegamento con la Diagonale. E proprio rispetto alla Diagonale, la variazione approvata include anche l’investimento per due milioni e 500 mila per la costruzione di un percorso di mobilità sostenibile utilizzando il tratto dismesso della ferrovia tra l’attuale rotatoria di San Cataldo (Breda-Paolucci), inaugurata lo scorso anno, e il Polo scolastico di via Leonardo da Vinci, passando per la Madonnina e la zona del Villaggio artigiano. Il progetto può contare su di un finanziamento di due milioni stanziato dal Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica.

Tra i contributi, sono stati inseriti in variazione anche quelli previsti dalla Regione con l’avviso per gli investimenti nel settore dello spettacolo al quale il Comune ha candidato interventi per ristrutturazione, miglioramento e riqualificazione di strutture e impianti del Teatro comunale Luciano Pavarotti (356 mila euro) e per lavori di miglioramento della sala cinematografica Truffaut (236 mila euro).