Home Carpi Confcommercio: attività commerciali ostaggio delle partite di calcio del Carpi

Confcommercio: attività commerciali ostaggio delle partite di calcio del Carpi

«Non è ammissibile che le attività commerciali attorno allo stadio siano così penalizzate dalle partite di calcio del Carpi in conseguenza della chiusura delle strade dell’area limitrofa addirittura a partire dalle 10 del mattino: chiediamo a Sindaco e Questore l’adozione di un provvedimento che consenta alle attività di lavorare almeno fino alle 12.30». Così si esprime Tommaso Leone, presidente di Confcommercio Carpi in merito alle numerose lamentele che l’associazione continua a ricevere dagli esercenti “ostaggio” delle partite di calcio.

«Chiediamo alle Autorità competenti», puntualizza Leone, «a partire dal Sindaco e dal Questore, che venga rivisto il provvedimento di chiusura al traffico delle vie interessate, perché, senza con ciò voler sminuire gli aspetti della sicurezza, gli operatori hanno bisogno di lavorare, soprattutto in giornate cruciali come è quella del sabato».

«E’ a tutti evidente come una interdizione al traffico di addirittura cinque ore e la ‘blindatura’ del quartiere che ne deriva» prosegue la nota di Confcommercio Carpi, «comporta non pochi problemi alla città e, in particolare agli esercizi commerciali, che in troppi casi azzerano di fatto gli incassi della giornata».

«La sicurezza delle persone deve essere al primo posto», conclude il presidente di Confcommercio Carpi, «e le Forze dell’Ordine impegnate sul territorio si distinguono per la loro proverbiale professionalità a garanzia dei cittadini e dei tifosi ospiti, ma questo non può significare creare un danno ad un pezzo di economia cittadina: è dunque urgente che, oltre alla revisione degli orari, vengano considerate modalità operative alternative al blocco totale del traffico veicolare».