Home Ceramica Oggi, presso Confindustria Ceramica, un incontro formativo del progetto “Fast Export”

Oggi, presso Confindustria Ceramica, un incontro formativo del progetto “Fast Export”

FastExportConfindustria Ceramica ha ospitato oggi uno dei primi incontri formativi del progetto “Fast Export”, organizzato dal Ministero per lo Sviluppo Economico, con ICE Agenzia, in collaborazione con Confindustria e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, focalizzato sulle nuove semplificazioni doganali per l’export.

La complessità delle norme che regolano il commercio internazionale può frenare le imprese e rallentare il loro business. La semplificazione doganale è un aspetto centrale per il successo di ogni impresa sui mercati internazionali, permettendo di abbattere i controlli fino al 90% e i costi attraverso il conseguimento delle qualifiche di Esportatore Autorizzato all’autocertificazione dell’origine delle merci (EA) e di Operatore Economico Autorizzato (AEO).

Tali qualifiche assumono sempre più un valore strategico, alla luce dell’entrata in vigore del nuovo Codice doganale comunitario che contiene importanti innovazioni, a fronte delle quali gli strumenti in questione risultano particolarmente vantaggiosi.

L’incontro di oggi, rivolto ad una platea di una ventina di aziende manifatturiere e commerciali, si è aperto con un’introduzione ai lavori da parte di Enrico Lupi, dell’area Economia di Confindustria Ceramica e di Augusto Di Giacinto, dell’ufficio di Coordinamento Marketing di ICE-Agenzia, che hanno esposto le finalità del progetto e le strategie di espansione dell’export italiano.

Successivamente ha preso la parola Fulvio Liberatore, Easyfrontier, che ha affrontato ed approfondito le tematiche legate all’Operatore Economico Autorizzato (AEO) e allo status di Esportatore Autorizzato all’autocertificazione dell’origine delle merci (EA), le nuove forme di semplificazione nelle procedure di sdoganamento e la loro implementazione nell’organizzazione aziendale e i risvolti operativi, l’utilizzo strategico della funzione doganale in azienda.

La seconda parte dell’incontro – grazie agli interventi di Giovanni Mosca e di Domenica di Giulio dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, rispettivamente Direttore Ufficio AEO e Coordinatore AEO per l’Emilia Romagna e Marche – ha fornito indicazioni pratiche riguardo la simulazione del percorso di certificazione AEO ed EA, attraverso la compilazione del questionario di autovalutazione, riguardo la procedura di audit in azienda e l’illustrazione di casi pratici.