Home Ceramica All’Istituto Don Magnani di Sassuolo la presentazione del nuovo corso di indirizzo...

All’Istituto Don Magnani di Sassuolo la presentazione del nuovo corso di indirizzo Logistica

SassuoloCalcio-DonMagnaniSi è svolta nel tardo pomeriggio di ieri, all’Istituto IPSIA Don Magnani di Sassuolo, la presentazione agli studenti e alle loro famiglie, del nuovo corso quinquennale di indirizzo ‘Logistica’. Alle visite guidate ai laboratori hanno presenziato i giocatori del Sassuolo Calcio Francesco Magnanelli e Lino Marzorati.

Nella foto: Remo Morini (dirigente del Sassuolo calcio), Ing. Franco Stefani (presidente della System Group) – Francesco Magnanelli (capitano Sassuolo calcio) , Borghi (Preside del Volta- Don Magnani) , Lino Marzorati (giocatore del Sassuolo) , sindaco Luca Caselli, e dott. Vittorio Borelli (presidente Confindustria Ceramica)

DonMagnani-15-1-14

Nell’introdurre i lavori della tavola rotonda, la Dirigente scolastica, Dott.ssa Alessandra Borghi, ha ringraziato il Sindaco Caselli e tutti i presenti, rivolgendosi anche all’ex Assessore Orienti che, ha detto la preside, “si è molto speso per questo Istituto”.

Ilaria Visentin, giornalista del Sole24 Ore, ha accennato alla situazione attuale con un dato di cronaca, ovvero: nonostante l’alto tasso di disoccupazione giovanile, alcuni imprenditori si lamentano perché non riescono a trovare tecnici qualificati. Il Don Magnani si trova “nel cuore centrale della piastrella mondiale e si può avvalere della collaborazione di importanti associazioni” dunque, rivolgendosi al Presidente di Confindustria Ceramica, chiede quale sia l’offerta formativa di cui necessitano le aziende – si pensi alla figura del tecnico della logistica dei trasporti, cruciale per una serie di motivi -.

Ed è proprio Vittorio Borelli, che inizia il discorso parlando del “corso di logistica” per formare degli esperti in tale campo: “Sassuolo è conosciuta ed è importante come polo manifatturiero di centinaia di aziende, ma quello che passa inosservato e poco noto, è che la nostra cittadina è anche una piattaforma logistica, e certi nostri politici (escludendo il sindaco presente) trascurano le infrastrutture e le strade, che invece sono molto importanti (vedi Bretella Campogalliano-Sassuolo)”.

2DonMagnani-15-1-14

Perchè sassuolo è una piattaforma logistica? “In primo piano perché movimenta ogni anno 23 milioni di tonnellate di materiale, circa 8,5 sono materie prime in entrata da fuori distretto e da fuori Italia ed altrettante 8,5 rappresentano la distribuzione del prodotto finito. A questi, per arrivare a 23, si aggiungono 6 milioni di merce che vengono trasportate a corto raggio (cioè semilavorati che necessitano di ulteriori lavorazioni per migliorare l’estetica del prodotto). questi 23 milioni di tonnellate rappresentano 4580 camion al giorno che circolano sulle nostre strade. E’ un numero elevato (qualche anno fa era anche di più, e si spera di ritornare ai numeri di allora).

Tutto questo per dimostrare quanto può essere complessa la logistica all’interno del distretto, con trasporti che devono essere fatti per via camion, poi proseguiti per via treno e via mare su navi porta container.

Un’altro fattore è che ora i clienti non fanno più magazzino e lo fanno fare direttamente ai produttori, con ordine su venduto di circa 15 mq”.

L’ing. Franco Stefani, presidente e fondatore System Group, spiega, in campo tecnologico, cosa ci si aspetta da un giovane pronto a lavorare: “Logistica – inizia così il presidente System – lo dice la parola stessa, logica di ragionamenti, cioè ragionare prima di fare le cose.

I trasferimenti industriarli, dalle materie prime all’attraversamento della parte manifatturiera al prodotto finito, hanno delle tecniche operative e quindi si è cercato di dare un profilo. Intorno a questi fenomeni , si sono create man mano nuove figure, che una volta li chiamavamo capi-fabbrica, oggi queste figure gestiscono i tempi del flusso e delle logiche del nostro processo.

Ecco il perché c’è bisogno di una cultura del nostro tempo e dei nostri materiali in modo diverso, e le figure che dobbiamo creare si devono interessare dei flussi dei materiali.

Quindi bisogna mettere in campo delle materie tecnologiche basate sul sincronismo della commessa, con analisi software con metodi scientifici.

Le risorse umane in grado di fare ciò, possono venire fuori da Istituti tecnici come questo del Volta-Don Magnani”.

“Il nuovo corso di indirizzo LOGISTICA – spiega la dirigente Dott.ssa Borghi – sarà un percorso tecnico di 5 anni e per i ragazzi che si iscrivono, il primo biennio sarà uguale agli altri, mentre nel secondo biennio, potranno approfondire ed entrare nel merito grazie a delle figure esterne, oltre ai docenti, e con l’impegno e collaborazione delle aziende produttive locali”.

Ha poi concluso la tavola rotonda il titolare della storica azienda di trasporto il Sig. Ivano Frascari (nella seconda immagine insieme a Borghi, Borelli, Visentin e Stefani).

donMagnaniLaboratorio

In queste immagini: i Laboratorio di base per il cosiddetto “progetto System”. System, che finanzia il progetto operativo, fornisce i materiali, dopodiché gli studenti, dietro la guida dei docenti, elaborano il prodotto. I prodotti che vediamo sono stati realizzati dagli studenti. C’è poi il “museo” dove negli ultimi anni vengono tenuti gli elaborati fatti dai ragazzi.

3DonMagnaniLaboratorio