Home Nazionale Farmaci: Celgene, Nejm pubblica studio su anti-cancro pancreas

Farmaci: Celgene, Nejm pubblica studio su anti-cancro pancreas

(Adnkronos Salute) – Celgene International Sàrl ha annunciato ieri che i risultati dello studio clinico di fase III, Mpact (Metastatic Pancreatic Adenocarcinoma Clinical Trial) condotto con nab* paclitaxel (paclitaxel legato all’albumina in nanoparticelle) in combinazione con gemcitabina, sono stati pubblicati nell’edizione online del 16 ottobre del New England Journal of Medicine. Lo studio Mpact, condotto da Daniel D.Von Hoff, Chief Scientific Officer per il programma di sperimentazioni cliniche del Virginia G. Piper Cancer Center al Scottsdale Healthcare e Physician-In-Chief per il Translational Genomics Research Institute (TGen), è uno studio clinico in aperto, randomizzato, promosso da Celgene e condotto in 861 pazienti con carcinoma pancreatico metastatico, mai trattati in precedenza, seguiti presso 151 centri ospedalieri e accademici in 11 Paesi nell’America del Nord, in Europa Occidentale e Orientale e in Australia. “Dopo tanti anni di insuccessi questo studio clinico riveste un’importanza significativa – spiega Salvatore Siena, direttore della divisione Oncologia dell’Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano – finalmente questo nuovo farmaco sta dando dei vantaggi importanti e rappresenta un vero passo avanti nella ricerca. La somministrazione della combinazione nab paclitaxel-gemcitabina ha dimostrato di poter prolungare significativamente la sopravvivenza e il tempo libero da progressione, ma anche di poter ottenere questo risultato con una tossicità accettabile”. La pubblicazione dei risultati dello studio sul ‘New England Journal of Medicine’ – afferma Markus Renschler, Corporate Vice President, Global Head della divisione Hematology and Oncology Medical Affairs presso Celgene Corporation – conferma ulteriormente la significatività clinica dello studio. Questi risultati hanno portato all’approvazione da parte della Us Food and Drug Administration di nab* paclitaxel, in combinazione con gemcitabina, come trattamento di prima linea dei pazienti affetti da adenocarcinoma metastatico del pancreas”.