Home Ceramica SITI B&T Group conferma una forte crescita dell’utile netto e una tenuta...

SITI B&T Group conferma una forte crescita dell’utile netto e una tenuta dei ricavi consolidati nel corso dell’esercizio 2012

siti_b_tIl Gruppo SITI B&T annuncia i risultati dell’esercizio economico 2012 con un bilancio consolidato positivo che conferma il buon andamento del Gruppo.

Nell’esercizio 2012 il Gruppo SITI B&T ha registrato un fatturato consolidato di 151 milioni di Euro che conferma l’ottima performance del 2011 (+56% rispetto al biennio 2009-2010). In crescita la marginalità con il MOL prossimo al +12%, l’EBIT che passa dal +2,7% al +8,1% del fatturato e il risultato prima delle imposte che si attesta a 5,9 milioni di euro.

Pur in presenza di importanti investimenti la posizione finanziaria del Gruppo si è mantenuta stabile. Tile, Robotica e Sanitaryware: la diversificazione dei settori si conferma una scelta vincente.  Il Gruppo, che investe ogni anno il 3% del fatturato in ricerca e sviluppo ha registrato una quota di export superiore al 70%.

Nel corso del 2012 sono stati avviati importanti investimenti, in ambito ceramico sono stati sviluppati dei forni per piastrelle di ultima generazione, che garantiscono risparmi di combustibile fino al 30% e un ulteriore sviluppo della proposta di decorazione digitale (Evostore, Synchro 3D, Evovision per ottenere la massima digitalizzazione delle linee ceramiche) di Projecta Engineering di Fiorano.

Nell’ambito della robotica la società SIR di Modena ha realizzato avanzati sistemi robotizzati per l’assemblaggio dei motori per primarie aziende automobilistiche (Supercar) e infine, in area sanitari una nuova gamma di presse made in Italy per il colaggio ad alta pressione e il nuovo reparto di produzione degli stampi in resina per i sanitari con tecnologie esclusive.

La conferma dei volumi d’affari e i miglioramenti della marginalità hanno consentito al Consiglio di Amministrazione di deliberare un nuovo e ambizioso piano di investimenti focalizzato sull’internazionalizzazione e la ricerca.