Home » Economia, Reggio Emilia » Convegno Confcommercio sui vantaggi per le imprese nella Manovra di Bilancio

Il 14 febbraio, in Confcommercio, si parlerà della legge di bilancio 2019. Sono diverse le novità e le opportunità per le imprese del commercio, del turismo e dei servizi che verranno illustrate.

Aprirà i lavori Donatella Prampolini Manzini, Presidente di Confcommercio Reggio Emilia, Responsabile nazionale Fisco e Vicepresidente nazionale di Confcommercio-Imprese per l’Italia. «Per le imprese associate –spiega Donatella Prampolini Manzini- quello fiscale è certamente uno dei temi di maggior interesse. La Confederazione è impegnata su tutti i tavoli, al fine di garantire una maggiore equità fiscale alle imprese, in un contesto di mercato caratterizzato, purtroppo, da un perdurare della crisi dei consumi interni».

Sarà poi il responsabile nazionale del Settore Fiscalità d’impresa di Confcommercio-Imprese per l’Italia, Vincenzo De Luca, ad illustrare nei dettagli le novità fiscali per gli imprenditori del commercio, del turismo e dei servizi contenute nella Manovra di Bilancio e le proposte di politica fiscale della Confederazione per il Governo. «Sulla legge di bilancio 2019 e sul decreto fiscale collegato –sottolinea Vincenzo De Luca- la Confederazione ha svolto una importante azione politica conseguendo risultati di particolare rilievo, soprattutto in materia fiscale. Dalla sterilizzazione degli aumenti dell’IVA al riporto delle perdite nel regime di cassa, dall’aumento della deducibilità dell’IMU sugli immobili strumentali all’introduzione della web tax: tutte proposte di Confcommercio che ora sono legge».

Tra le altre cose da sapere contenute nella manovra approvata dal Governo il 30 dicembre e delle quali si parlerà all’incontro, troviamo: gli indennizzi per le attività commerciali in crisi; le agevolazioni fiscali per risparmio energetico, ristrutturazioni edilizie e bonus mobili; la Flat Tax; la riduzione dell’IRES; la cedolare secca sulle locazioni commerciali; la fatturazione elettronica; la Nuova Sabatini; i voucher digitalizzazione; il Fondo di Garanzia; crowdfunding e minibond; il rafforzamento dei Confidi; l’aumento del limite all’utilizzo del contante per i cittadini stranieri; il credito d’imposta Formazione 4.0; le tariffe INAIL; l’esclusione del commercio su aree pubbliche dalla Bolkestein.