Il nuovo Presidente di Coldiretti Modena è Luca Borsari

Luca Borsari, imprenditore agricolo di Nonantola, è il nuovo Presidente di Coldiretti Modena. La nomina è avvenuta nel corso dell’assemblea che questa mattina, alla presenza del Direttore Giovanni Duò e del Direttore di Coldiretti Emilia Romagna, Marco Allaria Olivieri, ha eletto anche il Consiglio direttivo che reggerà l’Organizzazione per il prossimo quinquennio.

Borsari, 44 anni, ha iniziato a lavorare nell’azienda di famiglia (uno dei principali trader di materie prime per l’agricoltura e la zootecnia, leader nella commercializzazione di cereali e loro derivati, proteici di origine vegetale) occupandosi in particolare dell’ufficio crediti e successivamente alle risorse umane, al marketing e all’organizzazione aziendale. Con l’allargamento del Gruppo Borsari nel settore agricolo, diviene amministratore di un importante gruppo di aziende che spaziano dalla coltivazione di colture estensive (biologiche ed integrate, all’allevamento di suini e bovini fino al bioenergetico, dislocate su tutto il territorio regionale.

“Sono onorato di assumere questa carica – ha detto il neoeletto Presidente. E’ un ruolo di rappresentanza importante e stimolante. Coldiretti non è una semplice organizzazione sindacale ma molto di più, è una forza sociale che gode di una reputazione consolidata a tutti i livelli: istituzionali, sociali, economici. E’ anche un grande sindacato di impresa, in grado di stare al passo con le aziende e di dare risposte concrete. Raccolgo il testimone da Francesco Vincenzi, che mi ha preceduto e che ringrazio per il lavoro svolto con l’intenzione – ha continuato Borsari – di portare avanti il progetto di Coldiretti per la valorizzazione dell’agricoltura italiana. Le sfide aperte sono tante: la difesa del Made in Italy agroalimentare in primis, a partire dalla battaglia per l’etichettatura e la tutela delle eccellenze locali come Parmigiano Reggiano e Aceto Balsamico Tradizionale su tutti i mercati nazionali ed internazionali. Poi, in un’ottica di sostenibilità che per noi è imprescindibile, serve un’attenzione particolare al settore del biologico con lo sviluppo di filiere dedicate. Ma i cantieri aperti sono tanti e per questo chiedo fin da ora la collaborazione di tutti, del Consiglio e Della giunta, e mi metto a disposizione per costruire insieme ai nostri soci il futuro dell’agricoltura italiana”.

L’assemblea di Coldiretti ha eletto anche i 17 componenti del consiglio in rappresentanza del territorio provinciale: Adriano Aldrovandi, Mario Bottura e Davide Setti per la zona di Carpi, Stefano Cavani e Ruggero Tabellini per Vignola – Castelfranco Emilia, Paolo Cavazzuti per Sassuolo – Palagano, Emanuele Ferri per Zocca, Fabio Galletti e Paride Mattioli per Modena – Bomporto, Francesco Vincenzi, Emanuele Morselli Massimiliano Modena, Gianfranco Pradella per Mirandola, Filippo Lelli per Sestola – Pievepelago, Diego Lenzini, Fabrizio Manelli e Armando Gualmini per Pavullo – Serramazzoni.